2021 Registration

2021 Tema

Oltre il Covid: Ripensare il Futuro del Welfare di Comunità

La pandemia da Covid-19 ha esatto un pesante tributo sul welfare di comunità in Europa. Coloro con cui ci siamo confrontati nel quadro del nostro lavoro di documentazione dell’impatto della pandemia sono stati chiari in proposito, osservando che non solo il settore non era preparato alla crisi, ma che la risposta non è stata sufficiente ed è stata implementata troppo tardi. Nella nostra serie di webinar dei 2020 sul Covid-19, che ha visto la partecipazione dei servizi sociali e dei direttori, pianificatori, committenti e manager dell’assistenza sociale, ci siamo sentiti ripetere in numerose occasioni che l’assistenza sociale non fosse percepita come una priorità, che la direzione non sempre era accurata, che c’era una mancanza di risorse umane e finanziarie e laddove queste erano disponibili, erano lente ad arrivare.

La mancanza di investimenti adeguati negli anni precedenti aveva già privato il settore delle attrezzature necessarie per gestire la crisi. In termini di risposta, la guida, le risorse e il sostegno finanziario sono arrivati troppo tardi per affrontare la crisi, il che solleva domande circa i futuri finanziamenti del welfare di comunità. Le conseguenze sono state riportate dai media in termini di un numero inaccettabile di morti in eccesso nelle case di cura e di un numero eccessivo di operatori sanitari deceduti, il che solleva preoccupazioni etiche che dovrebbero essere affrontate.

In effetti, una delle sfide cruciali è stata quella di assicurare alle persone che usufruiscono dei servizi di assistenza sociale, e alla forza lavoro che li fornisce, un adeguato sostegno. Il sistema dell’ assistenza sociale è frammentato, essendo l’assistenza prestata da migliaia di operatori. Sebbene questo possa essere un punto di forza, può anche rappresentare una criticità in termini di coordinamento. La possibilità di accedere a qualsiasi dato in tempo reale, mediante adeguate tecnologie digitali, su ciò che sta accadendo tra i servizi, sarebbe fondamentale in termini di preparazione alle crisi future, per essere in grado di collaborare.

La crisi ha anche portato alla luce i profondi livelli di disuguaglianza che esistono nelle nostre società, coinvolgendo in modo sproporzionato non solo gli anziani, ma anche i minori e le donne vulnerabili, i senzatetto, gli adulti con difficoltà di apprendimento e quelli con i redditi più bassi. Affrontare le disuguaglianze dovrà essere una priorità per qualsiasi riforma futura mentre ci accingiamo a ricostruire l’assistenza sociale comunitaria.

Occorre trarre degli insegnamenti per prepararsi alle crisi future. Dovremmo puntare a una sempre maggiore enfasi sull’assistenza prestata nella comunità, mettendo i bisogni personali e le relazioni al centro della pratica dei servizi sociali. Mentre le politiche sono sempre più mirate a trasformare i servizi sanitari e di assistenza sociale per raggiungere le persone nelle loro case e comunità, occorre anche spostare l’attenzione su interventi precoci ed efficaci per i minori e le loro famiglie, i giovani e il sostegno proattivo alle persone con patologie croniche e alle loro famiglie. Ripensando il futuro della pianificazione e della prestazione di welfare di comunità, la conferenza mira a ispirare con esempi, aspirare al cambiamento e osare per ottenere risultati migliori per minori e famiglie, giovani, anziani, migranti, persone con problemi di salute mentale o disabilità.

La forza lavoro in un welfare di comunità trasformato

I professionisti dei servizi sociali sono la chiave per trasformare il welfare di comunità. Sulla scia del Covid-19, come dovremmo ripensare la formazione, la fidelizzazione e il benessere della forza lavoro del welfare di comunità?

Welfare di comunità: motore “nascosto” per la crescita

Mentre ci accingiamo a ricostruire il welfare di comunità anche al di là di Covid, è possibile ottenere un buon rendimento quando si investe nel welfare di comunità. Dobbiamo ripensare il finanziamento del welfare di comunità?

Etica del welfare di comunità

Il Covid-19 ha portato a un numero inaccettabile di decessi in eccesso nelle case di cura, e alla morte di troppi operatori sanitari. In che modo questa situazione ci farà ripensare l’etica del welfare di comunità?

 

Il ruolo della tecnologia nella trasformazione del welfare di comunità

Ci siamo resi conto di come la tecnologia possa contribuire a migliorare il welfare di comunità durante la pandemia da Covid-19. Come può la tecnologia aiutarci a ripensare il welfare di comunità per prepararci alle crisi future?