Tavole Rotonde Tematiche

Tavola Rotonda Tematica 1 | 10 luglio 2020 | 10:15 - 11:45

"Non lasciare indietro nessun bambino!" Esempi europei di servizi integrati per la famiglia e l'infanzia


Text available in:         

Presentazioni in: tedesco, inglese
Servizi di interpretariato in: tedesco, inglese

Quali sono gli incentivi politici e finanziari per promuovere politiche integrate di prevenzione per l’infanzia e le famiglie? Quali sono i servizi integrati per l’infanzia e le famiglie che possono essere trasmessi da un paese all’altro? Questi sono alcuni degli interrogativi che saranno affrontati nel corso di questa tavola rotonda tematica. La sessione, guidata e moderata dalla Fondazione Bertelsmann Stiftung, presenterà uno studio sulle politiche e gli incentivi in 12 paesi europei finalizzati a migliorare le politiche locali di prevenzione per l’infanzia e la famiglia. I partecipanti approfondiranno anche le politiche e le pratiche specifiche in Austria, Germania e Paesi Bassi.

1. Approccio integrato guidato dal quartiere per conferire maggiore responsabilità alle famiglie a Graz, Austria

Ines Pamperl, Responsabile dell’ Assistenza Sanitaria, Ufficio per la Gioventù e la Famiglia, Città di Graz, Austria

2. SAFJ: un approccio basato sulla comunità, la famiglia e l’infanzia ad Amburgo, Germania

Holger Stuhlmann, Amministratore Delegato, Dipartimento per la Famiglia e gli Affari Sociali, Ministero del Lavoro, degli Affari Sociali, della Famiglia e dell’Integrazione, Città Libera e Anseatica di Amburgo, Germania

3. Valutazione delle riforme per l’infanzia e la famiglia nei Paesi Bassi

Caroline Vink, Consigliere Politico Senior, Istituto per la Gioventù, Paesi Bassi

4. Cooperazione tra enti nazionali e locali per promuovere una transizione dalla scuola al mondo del lavoro efficace a Vienna, Austria

Ursula Berner, Deputata al Parlamento Federale di Vienna, Austria

 

Thematic Panel Discussion 2 | 10 luglio 2020 | 10:15 - 11:45

Promuovere l'autonomia e il sostegno della comunità


Text available in:         

Presentazioni in: inglese, spagnolo, tedesco
Servizi di interpretariato in: inglese, spagnolo, tedesco

Se il prendersi cura di sé consiste nell’individuo che si preoccupa dei propri bisogni, il welfare di comunità si concentra sulla collettività: prendersi cura delle persone nel loro insieme, dai bisogni fisici primari a quelli psicologici. Questa sessione esaminerà un pilastro cruciale del welfare di comunità: il sostegno offerto agli individui “dalla” comunità, così come le modalità con cui la comunità può aiutare gli individui a consolidare le proprie risorse e a promuovere l’autonomia. I delegati di questa sessione conosceranno la valutazione dei bisogni da parte dell’Ente Nazionale Svedese per i Servizi Sanitari e Assistenziali, uno strumento che permette alle persone di potenziare le proprie risorse individuali per aiutarle a partecipare alle attività della comunità. Il conferimento di maggiore autonomia alle persone ha avuto un impatto positivo sull’aumento del livello di partecipazione della popolazione anziana nei Paesi Baschi (Spagna). La regione sta attuando un piano per la terza età che si concentra, tra le altre cose, su un dialogo proficuo con tutti gli attori della comunità. I partecipanti della sessione vedranno da vicino il lavoro svolto dall’organizzazione “Santa Casa da Misericórdia de Lisboa”, che si impegna a migliorare le competenze personali e sociali dei giovani che lasciano i circuite dell’assistenza, per aiutarli nella transizione verso l’età adulta. Infine, le organizzazioni del terzo settore, Leben mit Behinderung Hamburg e Balance Vienna, illustreranno come i “circoli di sostegno” possano costruire una rete sociale in grado di sostenere le persone con disabilità cognitive.

1. Promuovere l’autovalutazione per realizzare le proprie esigenze, i propri obiettivi e aspettative

Erik Wessman, Responsabile del programma, Consiglio Nazionale per i Servizi Sanitari e il Welfare, Svezia

2. Modello per la partecipazione degli anziani alle politiche pubbliche nei Paesi Baschi

Lide Amilibia, Vice Ministro Regionale per le Politiche Sociali, Paesi Baschi, Spagna

3. Autonomia e Integrazione Sociale: sostenere il passaggio all’età adulta dei giovani che lasciano i circuiti dell’assistenza

João Bicho, Direttore del Team di Integrazione Sociale, Santa Casa da Misericórdia de Lisboa, Portogallo

4. Circoli di sostegno: costruire reti di solidarietà per le persone con disabilità cognitive

Céline Müller, Direzione del Progetto, Wunschwege, Leben mit Behinderung Hamburg, Germania

 

Tavola Rotonda Tematica 3 | 10 luglio 2020 | 10:15 - 11:45

La Salvaguardia nel Welfare di Comunità: Proteggere le persone per rimanere al sicuro


Text available in:         

Presentazioni in: inglese, spagnolo, tedesco
Servizi di interpretariato in: inglese, spagnolo, tedesco

Salvaguardare significa prevenire i disagi subiti dagli utenti dei servizi sociali e rispondere in modo efficace quando essi si verificano. Prendendo spunto dagli esempi di Malta, Regno Unito, Spagna e Irlanda, la presente tavola rotonda esplorerà le diverse misure di salvaguardia adottate dai servizi sociali in tutta Europa attraverso gli interventi sul welfare di comunità. Anzitutto, la sessione si propone di esaminare l’importanza di un’adeguata formazione del personale in materia di strategie basate sui diritti umani, al fine di prevenire situazioni di maltrattamento o di abuso ai danni di adulti vulnerabili, partendo da esempi specifici provenienti dall’Irlanda e dal Regno Unito. In secondo luogo, dei rappresentanti della Social Care Standards Authority di Malta ci illustreranno il lavoro che hanno svolto per garantire la sicurezza dei minori e dei potenziali genitori nelle fasi di implementazione della tecnologia blockchain nelle procedure di adozione. Infine, i partecipanti conosceranno il lavoro del Comitato Etico dei Servizi Sociali Catalani, creato con l’obiettivo di sostenere i professionisti dei servizi sociali nello sviluppo di un modello di assistenza per le persone vulnerabili, in linea con un approccio basato sui diritti umani. Nella fattispecie, il diritto delle persone a partecipare attivamente alla vita della comunità e ai processi decisionali che le riguardano.

1. Formare il personale per prevenire l’abuso di adulti con difficoltà di apprendimento

Herculano Castro, Responsabile Operativo Senior del Gruppo, Gruppo Mentaur, Regno Unito

2. Sostenere il personale per adottare una strategia basata sui diritti umani nel welfare di comunità

Deirdre Connolly, Responsabile dello Sviluppo degli Standard, Ente per l’Informazione e la Qualità in Ambito Sanitario (HIQA), Irlanda

3. Garantire la sicurezza nelle fasi di implementazione della tecnologia blockchain per l’adozione

Matthew Vella, Amministratore Delegato, Social Care Standards Authority, Malta

4. Il Comitato Etico dei Servizi Sociali Catalani: coinvolgere gli utenti dei servizi nel processo decisionale

Francesc Iglesies, Coordinatore del Comitato Etico dei Servizi Sociali Catalani e Segretario degli Affari Sociali e Familiari, Governo Regionale della Catalogna, Spagna

 

Tavola Rotonda Tematica 4 | 10 luglio 2020 | 10:15 - 11:45

Assistenza a lungo termine: Sfide per la forza lavoro a livello europeo e recenti sviluppi


Text available in:         

Presentazioni in: inglese, tedesco
Servizi di interpretariato in: inglese, tedesco

Il futuro dei servizi di assistenza a lungo termine (LTC) dovrà probabilmente affrontare delle sfide in termini di risorse umane e finanziarie, sia per i paesi in cui l’accesso alla LTC è relativamente ben sviluppato, sia per quelli che cercano di potenziare il servizio o migliorarne l’accesso. La prossima relazione di Eurofound sui professionisti dell’LTC è stata realizzata su richiesta della Commissione europea e si basa sull’analisi dell’Indagine Europea sulle Condizioni di Lavoro, dell’Indagine sulle Forze di Lavoro, e sui contributi dei rappresentanti di Eurofound nei paesi europei. La relazione si concentra sulle condizioni di lavoro e sulla percentuale di occupazione nel settore dell’LTC e mette in evidenza le sfide e le pratiche politiche orientate a trovare soluzioni per i lavoratori autonomi, gli assistenti a domicilio e gli assistenti ai migranti. I delegati avranno l’opportunità di discutere con i relatori lo sviluppo delle competenze e della qualità del servizio, la pratica del dialogo sociale e le prospettive di carriera al fine di migliorare l’attrattiva del settore dell’LTC per i professionisti in cerca di impiego.

1. Tadas Leončikas, Direttore Ricerche Senior, Unità politiche sociali, Eurofound

Tadas Leončikas, Senior research manager, Social policies unit, Eurofound

2. Commento della Commissione Europea

Osservazioni sulle sfide affrontate dal personale di assistenza a lungo termine di Katarina Ivankovic-Knezevic, Direttore per gli Affari Sociali, Commissione Europea, DG Occupazione, Affari Sociali e Inclusione

3. Commento dell’esperto

Kai Leichsenring, Direttore esecutivo, Centro europeo per gli studi e le politiche sociali

4. Miglioramento dell’assistenza domiciliare per facilitare il lavoro di colore che prestano assistenza informale, un esempio dalla Finlandia

Maria Kuukkanen, Responsabile dello Sviluppo, Federazione Finlandese delle Associazioni di affido THL- Istituto Nazionale per i Servizi Sanitari e Assistenziali, Finlandia